Tipologie di procedimento

Dlgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 35 commi 1, 2

Obblighi di pubblicazione relativi ai procedimenti amministrativi e ai controlli sulle dichiarazioni sostitutive e l'acquisizione d'ufficio dei dati

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano i dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza. Per ciascuna tipologia di procedimento sono pubblicate le seguenti informazioni:
a) una breve descrizione del procedimento con indicazione di tutti i riferimenti normativi utili;
b) l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria;
c) l'ufficio del procedimento, unitamente ai recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale, nonchè, ove diverso, l'ufficio competente all'adozione del provvedimento finale, con l'indicazione del nome del responsabile dell'ufficio, unitamente ai rispettivi recapiti telefonici e alla casella di posta elettronica istituzionale;
d) per i procedimenti ad istanza di parte, gli atti e i documenti da allegare all'istanza e la modulistica necessaria, compresi i fac-simile per le autocertificazioni, anche se la produzione a corredo dell'istanza è prevista da norme di legge, regolamenti o atti pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, nonchè gli uffici ai quali rivolgersi per informazioni, gli orari e le modalità di accesso con indicazione degli indirizzi, dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale, a cui presentare le istanze;
e) le modalità con le quali gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti in corso che li riguardino;
f) il termine fissato in sede di disciplina normativa del procedimento per la conclusione con l'adozione di un provvedimento espresso e ogni altro termine procedimentale rilevante;
g) i procedimenti per i quali il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato, ovvero il procedimento puo' concludersi con il silenzio assenso dell'amministrazione;
h) gli strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione e i modi per attivarli;
i) il link di accesso al servizio on line, ove sia già disponibile in rete, o i tempi previsti per la sua attivazione;
l) le modalità per l'effettuazione dei pagamenti eventualmente necessari, con le informazioni di cui all'articolo 36;
m) il nome del soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo, nonchè le modalità per attivare tale potere, con indicazione dei recapiti telefonici e delle caselle di posta elettronica istituzionale;

2. Le pubbliche amministrazioni non possono richiedere l'uso di moduli e formulari che non siano stati pubblicati; in caso di omessa pubblicazione, i relativi procedimenti possono essere avviati anche in assenza dei suddetti moduli o formulari. L'amministrazione non può  respingere l'istanza adducendo il mancato utilizzo dei moduli o formulari o la mancata produzione di tali atti o documenti, e deve invitare l'istante a integrare la documentazione in un termine congruo. 

Esercizio di vicinato

Responsabile di procedimento: Panizza Vittorio
Responsabile di provvedimento: Panizza Vittorio
Responsabile sostitutivo: Puglia Rosa

Uffici responsabili

SUAP

Descrizione

Sono esercizi di vicinato le attività di vendita al dettaglio esercitate su una superficie di vendita di norma non superiore a 250 mq. In applicazione degli indirizzi e criteri di programmazione commerciale ed urbanistica fissati dalla Regione Liguria con Deliberazione del Consiglio Regionale n.31 del 17/12/2012 come modificata dalla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 18/11/2014, nellle Zone Urbanistiche classificate o riconducibili alla Zona Omogenea ''A'' di cui al D.M. 1444/1968, il limite dimensionale massimo degli esercizi di vicinato è: mq. 100 per le attività appartenenti al settore alimentare e mq. 150 per quelle del settore non alimentare. Per le attività miste (alimentari e non alimentari) il limite massimo è pari a mq. 150 di cui mq. 100 il limite dimensionale massimo per il settore Alimentare.
Gli esercizi commerciali che vendono merci speciali (paragrafo 11 della Deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 17/12/2012 come modificata dalla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 18/11/2014) devono disporre di parcheggi pertinenziali riservati ai clienti.

Il Titolare dell´attività commerciale deve essere in possesso dei ''requisiti morali'' (cod. "Legge antimafia" di cui al D.L.gs 159/2011 e art. 12 L.R. 1/2007 e succ. modificazioni ed integrazioni) e, limitatamente al settore alimentare, dei ''requisiti professionali'' (art. 13 L.R. 1/2007 e succ. modificazioni ed integrazioni).

I requisiti morali devono essere posseduti:
- per le ditte individuali dal titolare;
- per le società dal legale rappresentante e da tutti i soci amministratori.

I requisiti professionali devono essere posseduti:
- per le ditte individuali dal titolare o da una persona preposta;
- per le società da un legale rappresentante o da persona preposta

L'esercizio di una nuova attività commerciale e le sue successive variazioni sono subordinate alla presentazione di Segnalazione Certificata di Inizio di Attività (SCIA) di "esercizio di vicinato, corredata di tutte le dichiarazioni e gli allegati di seguito specificati.

 
Alla SCIA di APERTURA, TRASFERIMENTO e AMPLIAMENTO O RIDUZIONE DELLA SUPERFICIE DI VENDITA devono essere allegati:

- Copia documento di identità in corso di validità, oppure copia permesso di soggiorno in caso di cittadino extra-comunitario e di tutti gli interessati che sottoscrivono la segnalazione certificata (titolare, soci amministratori, preposto)
- Attestazione di avvenuto pagamento di € 50 quale compartecipazione alle spese riferite alle prestazioni di servizi pubblici non essenziali, come determinato dalla Delibera della Giunta Municipale n. 186 del 01/08/2014 (mediante c/c postale n. 11241189 oppure c/c bancario Banca Carige IBAN  IT 41 F 06175 10500 00000 1403790 entrambi intestati al Comune di Imperia, con causale: SCIA Esercizio di Vicinato)
- planimetria dei locali sottoscritta dal Titolare  (da NON allegare Solo in caso di subingresso).
 
La SCIA può essere presentata solo se l'immobile in cui è collocata l'attività di vendita è in possesso dei requisiti elencati ed auto certificati nella SCIA di Esercizio di Vicinato dal Titolare/Legale Rappresentante:
- dati catastali aggiornati dell'immobile
- conformità alle disposizioni contenute nella deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 17 dicembre 2012 modificata dalla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 31 del 18 novembre 2014 ad oggetto: “Nuova programmazione commerciale ed urbanistica in materia di commercio al dettaglio in sede fissa dopo liberalizzazioni – Legge Regionale 2 gennaio 2007, n. 1 (Testo Unico in materia di commercio”
- rispetto dei regolamenti locali di polizia urbana, annonaria, delle normative igienico-sanitarie, di sicurezza alimentare, dei regolamenti edilizi e delle norme urbanistiche, nonchè di quelle relative alle destinazioni d'uso
- precisa indicazione delle pratiche urbanistiche presentate, anche precedentemente, per ristrutturazione/costruzione/manutenzione del locale conformità alle norme igienico-sanitarie (allegare copia della comunicazione presentata alla Locale ASL) – La presente dichiarazione deve essere resa solo per attività appartenenti al settore alimentare
- agibilità.
 
Riferimenti di Legge Legge Regione Liguria 1/2007 e successive modifiche ed integrazioni.
  Deliberazione Consiglio Regionale numero 31 del 17 dicembre 2012 Nuova programmazione commerciale ed urbanistica in materia di commercio al dettaglio.
  Estratto dal decreto Bersani sulla disciplina del commercio su aree private.
  Art. 71 D.Lgs. n. 59 del 26.03.2010

Chi contattare

Personale da contattare: Siccardi Marina

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
60 giorni

Modulistica per il procedimento

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 0
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Viale Matteotti, 157 - 18100 Imperia (IM)
PEC protocollo@pec.comune.imperia.it
Centralino 0183 7011
P. IVA 00089700082
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su: